Mi avevano detto che avendo già indossato un abito da sposa non mi sarei emozionata provandone nuovamente un altro. Così non è stato. Mi sono tornati alla mente tutti i bei momenti del giorno del mio matrimonio. L’entusiasmo di entrare nel vestito, l’impazienza di guardarmi allo specchio, le persone vicine che mi aiutavano e che erano felici per me.

Pochi giorni fa, io ed altre quattro blogger siamo andate alla scoperta di uno storico atelier di abiti da sposa nella capitale, (precisamente a Trastevere) Paola D’Onofrio. Per l’occasione sono state coinvolte quattro ragazze dalla personalità e dallo stile differente. Con alcune di loro c’è un vero rapporto di amicizia e l’emozione di vederle vestite da sposa è stata davvero grande. Tra tulle, pizzi, ricami e veli a tutte è scappata una lacrima.

Ad accoglierci è stata proprio Paola D’Onofrio con le sue assistenti. Ci hanno raccontato della storia dell’atelier, di quanto sia stato all’avanguardia proponendo vestiti ancora oggi attuali, di come una passione, come quella di disegnare abiti da sposa per le amiche, si sia evoluta in un lavoro continuato poi per più di quarant’anni.

Come si svolge un appuntamento per la scelta dall’abito?

Dopo un piacevole cocktail abbiamo iniziato a confrontarci tra noi blogger e soprattutto con le assistenti di Paola. Abbiamo raccontato di come immaginiamo il nostro abito, di come io l’ho voluto per il mio matrimonio e di come invece oggi lo indosserei. Tra risate, dubbi, timidezze e parole sognanti abbiamo svelato un po’ le nostre personalità.

Quando mi sono sposata ho scelto un abito che mi facesse sentire una principessa. Una gonna larga, vaporosa ed un romantico fiocco rosa. Probabilmente se non mi fossi ancora sposata ri-sceglierei qualcosa in quello stile. Perché io un po’ principessa mi ci sento nella vita, solo che forse oggi vorrei sentirmi anche più femminile, più donna. Sono meno rotonda rispetto a quando avevo 24 anni e quindi oggi so di poter osare qualcosa di più fasciante.

Inizialmente lo staff mi aveva portato un abito con una sofficissima e vaporosa gonna in tulle con dettagli brillanti, un meraviglioso abito, ma quando mi hanno guardata, mi hanno fatta spogliare perché avevano qualcosa che sembrava disegnato per me.

Per un attimo non ci ho capito nulla, tra tulle, glitter, pizzi, togli l’abito, metti l’altro….

ho riaperto gli occhi e…. WOW! Sono rimasta senza parole. Un gioco di trasparenze, pizzo impreziosito da perline e strass. Una linea che disegnava perfettamente il mio corpo. Eccolo l’abito dei sogni. E lo capisci al volo, perché se non ti vengono più le parole è quello giusto. Se riesci a dire solo “è  bellissimo” come un disco incantato allora significa che ha fatto breccia nel cuore.

E’ stato incredibile essere capite al volo, con una breve chiacchierata.

Mi dilungherei ancora a parlare del pomeriggio, degli abbracci forti, di quanto mi sia sentita felice e di come vedere le altre vestite da sposa mi abbia fatto sciogliere il cuore, ma lascio parlare le foto e vi mostro i meravigliosi abiti da sposa di Paola D’Onofrio. 

E voi quale indossereste?

F74A1519 F74A1540
F74A1579

F74A1635 F74A1652
F74A1773
F74A1789
lace wedding dress paola d'onofrio paola d'onofrio paola d'onofrio
lace wedding dress paola d'onofrio paola d'onofrio spose
paola d'onofriopaola d'onofrio spose

Le Freaks

paola d'onofrio

Concematic

paola d'onofrio paola d'onofrio spose

Impossibile Fermare i Battiti

paola d'onofrio spose

Dressing & Toppings

Foto di Claudia Frijio